Un anno di blog e il suo futuro.

a cura di C. Della Volpe

Con il 14 novembre è un anno che questo blog è partito e quindi è il momento di tirare le fila e capire come sono andate le cose; anzitutto quanti post e documenti e filmati abbiamo prodotto o raccolto ? In tutto oltre 100 post, una quarantina di paginette brevi e una decina di filmati; abbiamo totalizzato oltre 72000 contatti, oltre 100 followers e 300 interventi. Siamo costantemente nei primi 60 blog scientifici del nostro paese; giusto per capire il più frequentato è quello dell’INAF. Il risultato complessivo non è cattivo se si pensa che i post sono stati scritti in massima parte da meno di 5 persone e questo è il punto dolente: chimici dove siete?

statisticheblog

C’è una redazione ma di fatto la sua funzionalità è ridotta, soprattutto perché una redazione dovrebbe avere più materiale fra cui scegliere e confrontarsi stabilendo una linea editoriale, una serie di interventi, di settori da mettere in rilievo di contatti da cercare, di interviste da realizzare; cose che non obbligano comunque a divisioni del lavoro rigide; il blog non è una rivista ma un luogo di confronto e di divulgazione; l’unica condizione è che ci siano post chiari e scritti in modo appropriato; qualche errore può scappare, e potremo correggerlo velocemente come è già accaduto; d’altronde errori ce ne sono in modo significativo anche nelle riviste professionali.
Tutto ciò si può’ fare se la comunità di riferimento, in questo caso la Società Chimica Italiana, forte di 3000 soci in gran parte persone che lavorano nel settore da anni, non giovani laureati, partecipa al lavoro ed è convinta che l’iniziativa di un blog, che non è affatto isolata (in Italia ci sono decine di blog scientifici anche dedicati alla chimica) è di aiuto nella costruzione di una immagine e di un posizionamento socioculturale della SCI; ma forse non è questo il caso; e dico forse perché non posso negare che una mossa la SCI se la sia data, qualcuno ha partecipato, ma senza costanza se si eccettuano tre vecchiotti come me, Luigi Campanella e Giorgio Nebbia (oggi socio onorario); qualche grande vecchio si è mosso (penso a Balzani, Scorrano e Trifirò); ma dove sono i presidenti delle divisioni, dove sono i giovani d’assalto? Anche l’ambito didattico non ha poi dato questa grande mano; eppure sono stati i post sulla didattica a smuovere maggiore dibattito. Insomma sembrerebbe che il blog non sia ancora arrivato ad essere autonomo, nel senso di vivere di vita propria, rispondere ad una esigenza profonda.
Personalmente non ho intenzione di mollare, ma nemmeno di continuare a fare il motore a tempo pieno; mi aspetto che ci sia una presa di coscienza dell’importanza dell’attività di divulgazione e confronto, ma non a parole, solo nelle occasioni pubbliche, ma nei fatti, nel giorno per giorno, nel seguire la capricciosa evoluzione dei fatti, dei grandi fenomeni ambientali e sociali nei quali la chimica è implicata ogni giorno perché senza la chimica non si cantano messe.
Guerra e pace, ambiente e clima, ricchezza e povertà, cibo e fame, miseria e benessere, cultura ed ignoranza sono i grandi fenomeni quotidiani e la chimica di cui siamo gli attori è dentro e muove gli ingranaggi; sta a noi farlo vedere e capire alle grandi masse di persone; senza una conoscenza di massa della scienza e senza una ampia discussione non ci può essere democrazia vera in un mondo nel quale la scienza è lo strumento produttivo principale. Se rinunciamo a questa lotta per correlare scienza e democrazia la strada è segnata: il futuro è riduzione delle risorse, riscaldamento globale, riduzione degli spazi di libertà e socialità, che la disponibilità di energia e materie prime ha portato negli ultimi 100 anni almeno in una parte del pianeta. Potete non essere d’accordo con me, ma allora a maggior ragione intervenite.
La cosa più tragica non è non essere d’accordo, è non esserci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...