Violare un tabù.

Nota: si ricorda che le opinioni espresse in questo blog non sono da ascrivere alla SCI o alla redazione ma al solo autore del testo

a cura di Rinaldo Cervellati.

Come noto, quando un pezzetto di metallo alcalino viene messo in acqua si ha una violenta reazione con sviluppo di idrogeno che può portare a una piccola esplosione (l’esplosione si verifica sempre col potassio). La più recente newsletter di C&EN riporta l’articolo di un gruppo di ricercatori secondo cui una goccia di una lega sodio-potassio (liquida a temperatura ambiente) posta su una superficie d’acqua dà luogo a un processo diverso ma ugualmente spettacolare.

tabu1P.E. Mason, P. Jungwirth, T. Buttersack, S. Bauerecker, A Non-Exploding Alkali Metal Drop on Water: From Blue Solvated Electrons to Bursting Molten Hydroxide, Angew. Chem. Int. Ed. Engl,  2016, August 4, DOI: 10.1002/anie.201605986

All’inizio, la lega reagisce con l’acqua formando gli idrossidi dei metalli alcalini, idrogeno e sviluppando calore. La spinta idrostatica della lega e il gas che si produce limitano il contatto fra il metallo e l’acqua in modo che la reazione procede in modo non esplosivo. Un’atmosfera inerte, (generata da un flusso continuo di argon) impedisce l’accensione dell’idrogeno.

A circa 0,3 secondi dall’inizio della reazione, le superfici interagenti diventano blu a causa degli elettroni solvatati, questo fenomeno è visibile ad occhio nudo nonostante che la durata degli elettroni in acqua sia di sottomillisecondi.

tabu2La goccia continua a sviluppare calore per circa due secondi, allorchè i metalli alcalini iniziano a evaporare e la goccia diventa rossa. A circa tre secondi, il vapore metallico schiarisce e la temperatura della lega si abbassa man mano che essa si trasforma in una massa di idrossidi fusi dei metalli alcalini. Supportata da uno strato di vapore, la goccia galleggiante resiste per un secondo prima di cadere in acqua formando una soluzione acquosa degli idrossidi.

Gli autori documentano tutto ciò nel seguente video:

http://cen.acs.org/articles/94/i35/Liquid-alkali-metal-alloy-floats.html?utm_source=NonMember&utm_medium=Newsletter&utm_campaign=CEN

Commenti saranno particolarmente graditi, sul sito di Angewandte ce ne sono già un certo numero.

 

 

2 thoughts on “Violare un tabù.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...