Le foglie autunnali come fonte di utili sostanze naturali

Nota: si ricorda che le opinioni espresse in questo blog non sono da ascrivere alla SCI o alla redazione ma al solo autore del testo

a cura di Rinaldo Cervellati

Fino ad oggi le foglie autunnali delle piante caduche, soprattutto alberi, sono state o compostate, o abbandonate in discariche, o peggio bruciate completamente aumentando così il carico di anidride carbonica nell’atmosfera. Il VTT Technical Research Centre della Finlandia, uno dei più importanti centri di ricerca tecnologica scandinavi, ha da qualche tempo avviato un progetto per l’uso sostenibile delle foglie nell’industria cosmetica, tessile, zootecnica e nutraceutica.

autumn-leaves-1

 autumn-leaves-nutra-1

Le foglie autunnali derivano il loro colore principalmente da carotenoidi arancioni e gialli, e antociani rossi.

carotenoidi-1

 (si veda anche https://ilblogdellasci.wordpress.com/una-alla-volta/astaxantine/ )

Oltre ai pigmenti, queste foglie contengono molte altre sostanze interessanti come polifenoli, lignina, carboidrati, proteine e composti che inibiscono la crescita di batteri dannosi. Come ho scritto in due precedenti post, polifenoli e antociani, per esempio, mostrano spiccate proprietà antiossidanti e possono avere effetti benefici sulla salute, per questo motivo vengono usati in nutraceutica.

Il VTT ha messo a punto un processo in cui le foglie raccolte in parchi e giardini vengono dapprima essiccate, poi macinate quindi vengono sottoposte a opportune estrazioni per ottenere le sostanze in esse contenute.

 

 Le fasi di lavorazione sono state sviluppate in laboratorio, il progetto è ormai entrato nella fase pilota, utilizzando grandi quantità di foglie raccolte nella zona di Otaniemi dalla società di smaltimento rifiuti Lassila & Tikanoja. Particolare attenzione è stata dedicata alla compatibilità ambientale del processo globale e alla sicurezza degli estratti prodotti.

La dottoressa Liisa Nohynek, senior scientist presso il VTT commenta: “In esperimenti di laboratorio abbiamo utilizzato vari metodi di estrazione dalle foglie. Sono ancora in corso esperimenti pilota per esaminare il funzionamento delle differenti metodologie estrattive e le relative quantità dei diversi composti attivi che possono essere isolati dagli estratti di foglie”.

I pigmenti ottenuti possono essere utilizzati anche in cosmetica e come coloranti naturali nell’industria tessile. La composizione chimica delle foglie varia ampiamente tra le diverse specie di alberi. Il valore aggiunto può essere ottenuto dalla lavorazione delle foglie solo di certi tipi di alberi.

Dopo l’estrazione, la biomassa residua ha un alto contenuto di sostanze nutritive e può quindi essere utilizzata come fertilizzante naturale in agricoltura, nei parchi pubblici, come pure nei giardini privati. D’altro canto questi rifiuti possono essere ulteriormente trattati per ottenere composti che inibiscono la crescita di battèri dannosi, un’altra caratteristica che potrebbe essere sfruttata in agricoltura.

antociani-1

Per le foglie autunnali si possono inoltre sviluppare ulteriori applicazioni. I composti ottenuti dalle foglie possono essere utilizzati anche come coloranti e conservanti alimentari, oltre che come supplementi nutrizionali. Inoltre, questi coloranti possono essere usati per migliorare le proprietà nutrizionali di cellule derivate da piante edibili, in fase di sviluppo presso la stessa azienda. Anche i carboidrati provenienti dal residuo di estrazione potrebbero essere utilizzati per la produzione di mangimi ricchi di proteine o come integratori in zootecnia. Infine, la biomassa residua ricca di sostanze nutritive può anche avere applicazioni domestiche, ad esempio nella coltivazione casalinga di funghi eduli.

Fonte: NUTRAIngredients newsletter – Botanicals and Herbals – 04-11-2016

One thought on “Le foglie autunnali come fonte di utili sostanze naturali

  1. Molto interessante ed era ora che qualcuno le riutilizasse come si deve. L’utilizzo della biomassa come fertilizzante spero faccia decollare la cosa. Solo un piccolo appunto: i finlandesi non sono scandinavi e vista la dominazione svedese poveri giustamente non amano la confusione.😄

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...