Mary Letitia Caldwell (1890-1972)

Rinaldo Cervellati

Mary Letitia Caldwell è stata la prima donna a diventare professore assistente di chimica alla Columbia University nel 1929 e poi professore ordinario nel 1948.

Mary Letitia nacque il 18 dicembre 1890 a Bogotà (Colombia) da genitori statunitensi. Sostenitori convinti dell’importanza dell’istruzione superiore vi avviarono tutti i cinque figli. Negli Stati Uniti i college femminili erano la strada principale per le giovani donne per arrivare alla laurea, pertanto Mary frequentò il Western College for Women a Oxford, contea di Butler, Ohio. Ottenne il B.Sc. nel 1913 e, visto il suo talento, fu assunta l’anno successivo come istruttrice dalla stessa istituzione. Nel 1917 fu promossa al grado di assistente. Caldwell rimase solo un altro anno al Western College, decidendo che aveva bisogno di acquisire conoscenze più specialistiche se voleva fare carriera in biochimica.

Nel 1918 Caldwell entrò alla Columbia University, a New York, ottenendo il M.Sc. nel 1919 e il dottorato di ricerca (Ph.D.) in chimica organica nel 1921. Il talento di Caldwell era così notevole che fu immediatamente ingaggiata dal Dipartimento di Chimica della Columbia come istruttrice, unica donna in un’epoca in cui l’idea stessa di donne che lavoravano in una facoltà scientifica era praticamente impensabile al di fuori dei college femminili. Nel 1929 fu nominata professore assistente e nel 1948 ottenne la cattedra come full professor. Rimase alla Columbia per tutta la vita.

Mary Letitia Caldwell

Oltre a sostenere un pesante carico di insegnamento, Caldwell sviluppò un importante progetto di ricerca in nutrizione e biochimica. Dal 1918 il suo particolare interesse era la famiglia di enzimi chiamata amilasi. Come noto gli enzimi accelerano notevolmente la velocità con cui si verificano le reazioni chimiche nei sistemi biologici. Senza enzimi, il complesso corpo umano non sarebbe in grado di funzionare. Le amilasi sono enzimi che catalizzano la trasformazione degli amidi in zuccheri; l’interesse specifico di Caldwell era l’amilasi pancreatica, la versione dell’enzima presente nel pancreas dei mammiferi. Quando iniziò la sua ricerca, era insoddisfatta della purezza dell’enzima allora disponibile in commercio. Fu la prima persona a ottenere amilasi pancreatica a elevato grado di purezza da pancreas di maiale. Alla Columbia costituì un gruppo di ricerca insieme a studenti di dottorato che sviluppò metodi per produrre amilasi pancreatica pura in forma cristallina da diverse origini. E qui fu supervisore di dottorato di Marie Maynard Daly  di cui abbiamo parlato in un post precedente.

Struttura di una amilasi

Le ricerche di Caldwell hanno migliorato radicalmente l’enzimologia: molte delle sue tecniche sono diventate pratiche standard nelle ricerche accademiche e nell’industria. Caldwell e il suo gruppo dimostrarono anche che le amilasi sono proteine, identificarono il loro meccanismo di azione concludendo che per le α-amilasi il meccanismo non è lo stesso. Si occupò ovviamente anche di amminoacidi proteici.

Caldwell soffriva di una disabilità muscolare progressiva, dal 1960 fu costretta su una sedia a rotelle. Nonostante ciò non si trasferì mai dal suo ufficio al 9° piano della Chandler Hall, sede del laboratorio di ricerca alla Columbia University. Nel 1960 le è stata assegnata la Garvan Medal dall’American Chemical Society, un riconoscimento conferito ogni anno a una donna distintasi per aver fornito contributi eccezionali in chimica.

Caldwell era un’eccellente didatta, rispettata dagli studenti. Per questo la Columbia le assegnò anche incarichi amministrativi: per oltre trenta anni ha servito come consulente incaricata dell’assegnazione dei compiti didattici agli assistant professors e all’ammissione dei diplomati ai Corsi di dottorato. È stata anche segretaria del Dipartimento di Chimica e consulente finanziario per i dottorandi. Ha svolto questi incarichi con la stessa dedizione che aveva per il lavoro di ricerca, si può senz’altro parlare di carriera parallela.

Al di fuori del suo lavoro fu un’appassionata escursionista fino all’insorgere della malattia muscolare. Caldwell si ritirò nel 1959 e morì a Fishkill, New York, il 1° luglio 1972.

Opere consultate

N.M. Roscher, P.L.Ammons, Early Women Chemists of Northeast., Presented in part at the 182nd American Chemical Society National Meeting, New York, N.Y., August 1981, p. 180

  1. Rayner-Canham, G.W. Rayner-Canham, http://www.chemistryexplained.com/Bo-Ce/Caldwell-Mary.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.