Donne e scienza nel Covid

Luigi Campanella, già Presidente SCI

Abbiamo più volte parlato in questo blog del ruolo fondamentale della donna nel progresso scientifico. A queste preziose figure a cui ci siamo riferiti è da sempre andato il nostro augurio di conquistare la visibilità e lo spazio che meritano. Ormai i grandi giornali scientifici da Nature a Science come anche i mass media tornano spesso a parlare della donna nella scienza e sempre più si consolida l’idea che se quantitativamente ancora la distanza da coprire per l’equiparazione, a partire dalle iscrizioni alle facoltà universitarie STEM è lunga, qualitativamente il gap si sta saldando con preziosi contributi nei campi più disparati delle Scienze dallo Spazio all’Immunologia, dalla Robotica all’Ambiente.

Oggi, in questa prospettiva, mi fa piacere parlare di una scienziata meno nota al grande pubblico, ma che con riferimento alla pandemia merita la massima attenzione. Parlo della vincitrice 2021 dell’Ambrogino d’Oro Valentina Massa prof.ass.to di Biologia Applicata all’Università di Milano e biologa dell’Ospedale Sacco che ha contribuito a risolvere un problema del nostro tempo correlato alla pandemia, quello della diagnosi sicura, di massa e non invasiva.

https://lastatalenews.unimi.it/covid-19-maggio-test-salivare-statale-per-screening-scolastici

http://www.diss.unimi.it/ecm/home/aggiornamenti-e-archivi/tutte-le-notizie/content/ambrogino-doro-a-valentina-massa.0000.UNIMIDIRE-95026

Queste caratteristiche non sono presenti insieme e la proposta del test salivare messa a punto dalla prof.ssa Massa appare particolarmente interessante anche in relazione al coinvolgimento nella procedura vaccinale della fascia di età più bassa, a partire dai bambini di 5 anni.

Il test consiste nel tenere in bocca un cotton-fioc che funziona come un tampone, ma con l’affidabilità del molecolare (95% di accuratezza) maggiore del genetico, ed oggi utilizzato da ragazzi e bambini nelle scuole sentinelle di tutta Italia.

Il test ribattezzato “dei lecca-lecca” ha dovuto aspettare alcuni mesi prima di essere inserito nei protocolli nazionali e regionali.

Il test molecolare su campione nasofaringeo e orofaringeo rappresenta il gold-standard internazionale per la diagnosi di COVID-19 in termini di sensibilità e specificità. La metodica di real-time RT-PCR (Reverse-Transcription-Polymerase-Chain-Reaction), che è quella più diffusa fra i test molecolari, permette, attraverso l’amplificazione dei geni virali maggiormente espressi, di rilevare la presenza del genoma virale oltre che in soggetti sintomatici, anche in presenza di bassa carica virale, spesso presintomatici o asintomatici. Il campione di saliva può essere considerato un’opzione per il rilevamento dell’infezione da SARS-CoV-2 qualora non sia possibile ottenere tamponi oro/nasofaringei: nei sintomatici il test deve essere eseguito entro i primi 5 giorni dall’inizio dei sintomi. Negli asintomatici il test può essere considerato un’opzione al tampone nasofaringeo, per chi è sottoposto ripetutamente a screening per motivi professionali.

Il test può anche essere utilizzato per aumentare l’accettabilità di test ripetuti come nel caso di anziani e disabili. L’uso della saliva per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 prevede un metodo di raccolta non invasivo, tuttavia per ottenere un campione adeguato sono necessarie alcune accortezze: la saliva deve essere raccolta a digiuno, senza aver fumato, lavato i denti, bevuto, usato gomma da masticare e preferibilmente di mattina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.