Composti inaspettati da NaCl ad altissima pressione

Sull’ultimo numero di Science un gruppo internazionale di ricercatori riporta una scoperta eccezionale; sottoposto a pressioni elevatissime il normale sale da cucina è in grado di formare composti del tutto diversi dal tradizionale NaCl con formule che farebbero la meraviglia di tutti gli studenti di Chimica generale e la disperazione dei loro docenti; l’articolo di Science è a pagamento ma una versione precedente del medesimo si trova su Arxiv come nelle seguenti citazioni:

https://www.sciencemag.org/content/342/6165/1502.short?related-urls=yes&legid=sci;342/6165/1502

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/fisica/2013/12/27/sale-cucina-composti-mai-visti_9827049.html

http://www.sciencedaily.com/releases/2013/12/131219142313.htm

http://arxiv.org/ftp/arxiv/papers/1211/1211.3644.pdf

(cdv)

One thought on “Composti inaspettati da NaCl ad altissima pressione

  1. Io direi di non preoccuparci troppo nel caso i nostri studenti venissero a conoscenza di queste composizioni “esotiche”! Dall’ultimo link, un pdf integrale, si legge che NaCl rimane stabile in tutti i range di pressioni sperimentate, cioè tra 200 mila e due milioni e mezzi di atmosfere e che, per ottenere NaCl3, Na3Cl, Na2Cl NaCl7 e tutte le altre composizioni anomale (né ioniche né contenenti molecole di dicloro) occorre premiscelare le sostanze elementari nel rapporto desiderato.
    Ciò significa che le belle e regolari strutture riportate a fine articolo, termodinamicamente più stabili dei miscugli di partenza (solo a quelle pressioni) non sono tenute assieme da legami chimici, così come insegnato da noi comuni mortali, ma dalla pressione!
    Interessante il fatto che 200 GPa redimono il sodio da metallo a perfetto isolante, poiché gli elettroni 3s, impossibilitati ad interagire con quelli del nòcciolo, sono costretti a “spiacciacarsi” negli interstizi tra gli atomi, perdendo la loro mobilità. Ciò equivale a dire che, a quelle pressioni, perfino gli atomi risultano essere in un certo senso deformati, e ciò andrebbe premesso a qualsiasi tentativo di discussione di queste “pressocomposizioni” secondo i principi tradizionali della valenza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...