Morto Carl Djerassi.

E’ morto a 91 anni Karl Djerassi, che aveva inventato la pillola, ossia aveva sintetizzato insieme a Luis E. Miramontes e Jorge Rosenkranz il progesterone sintetico.

progesterone

progesterone

    Djerassi

Il progesterone, che è il principale ormone della gravidanza, segnala alla mucosa dell’utero che deve prepararsi per l’impianto di un ovulo fecondato, così una donna gravida blocca il suo ciclo perché il continuo rifornimento di quest’ormone impedisce un ulteriore ovulazione. Il progesterone naturale si deve somministrare per via iniettiva perchè non resiste ai succhi gastrici.

La sintesi di molecole così complesse fu ottenuta per a prima volta a partire da estratti delle saponine naturali (come la salsapariglia) da Marker che fondò una ditta tutta sua, la famosa Syntex. Poi disgustato dalla affannosa ricerca di profitti dell’industria si dimise.

Uno dei suoi dipendenti fu Karl Djerassi, austriaco scappato dalle persecuzioni naziste con tutta la famiglia che arrivò negli USA con 20 dollari e studiò grazie a borse di studio.

Nel 1942 ottenne la laurea in chimica organica al Kenyon College e nel 1945 il dottorato all’università del Wisconsin. Dal 1952 al 1959 ha insegnato Chimica all’Università del Wayne e dal 1959 è professore di chimica all’università di Stanford e presidente dei Laboratori Syntex a Città del Messico.

Djerassi ridusse gli steps della sintesi di Marker da 30 a 7.

noretistrone

noretisterone

Il Il noretisterone è stato il primo progestinico significativamente attivo oralmente ad essere sintetizzato. In particolare fu sintetizzato per la prima volta nel 1951, presso la casa farmaceutica Syntex di Città del Messico, dai chimici Luis Ernesto Miramontes Cárdenas, Carl Djerassi e George Rosenkranz

  • ^ Carl Djerassi, L. Miramontes, G. Rosenkranz, Franz Sondheimer, Steroids. LIV. Synthesis of 19-Nor-17α-ethynyltestosterone and 19-Nor-17α-methyltestosterone in Journal of the American Chemical Society, vol. 76, nº 16, 1954, pp. 4092–4094, DOI:10.1021/ja01645a010.

Il triplo legame C-C è la parte di molecola che le consente di attraversare indenne l’apparato digerente.

Inizialmente destinato alle donne che avevano problemi nel concepire fu successivamente adattato all’uso nella pillola anticoncezionale.

“Mai, nemmeno nei nostri sogni più sfrenati, immaginammo che questa sostanza sarebbe infine diventata l’ingrediente attivo di quasi metà dei contraccettivi orali usati nel mondo”.  Carl Djerassi

Carl Djerassi è stato un bravo chimico, ha pubblicato otre 1000 lavori scientifici, ma si è anche dedicato con successo alla letteratura e all’analisi della relazione fra scienza e società: ha vinto la ACS Gold medal nel 2004.

Carl_Djerassi_HD2004_AIC_Gold_Medal_crop

La costante competizione fra gli scienziati, la necessità della prorità nelle scoperte scientifiche perfino quando si corre il rischio di usare mezzi immorali come le consequenze problematiche delle nuove scoperte sono gli argomenti principali delle sue opere. Come anche il ruolo delle donne nella ricerca e nella Scienza.

Onore a Carl Djerassi che ha espresso l’anima della Chimica del XX secolo.

 per approfondire:

https://gifh.wordpress.com/2012/10/21/la-storia-opportunistica-degli-anticoncezionali-chimici/#more-2379

 http://en.wikipedia.org/wiki/Carl_Djerassi

Fra le sue operre tradotte in italiano.

2 thoughts on “Morto Carl Djerassi.

  1. Opportuno ricordare anche l’opera teatrale “Oxygen” (2001), scritta insieme a Roald Hoffmann (Cornell), con le parole di Richard Zare (Stanford):
    “We are indebted to Carl Djerassi and Roald Hoffmann for showing the world that chemistry can also be theater”, Angewandte Chemie, 2001

    Carl Djerassi – Roald Hoffmann, Ossigeno, Clueb, Bologna, 2003

  2. Ho potuto conoscere e incontrare Carl Djerassi nei primi anni 2000, quando iniziai a tradurre, per puro mio diletto, “Cantor’s Dilemma” e ottenni da lui (a posteriori) la cordiale autorizzazione alla traduzione e una serie di preziose indicazioni (e licenze …) per la revisione del testo.
    Vorrei dedicare ai Colleghi, in Sua memoria, la mia versione, inedita, di una delle più simpatiche e leggere delle sue poesie, dalla raccolta “The Clock Runs Backwards”.
    Grazie, FMRubino’

    “LAVI I VESTITI COME UN CHIMICO!”
    Ignoravo che vi fossero mani da chimico.
    Forse ti tocco come un chimico?

    Forse stringo il tuo polso
    Come fosse il collo di un matraccio di Erlenmeyer?

    Tengo i tuoi glutei
    Come fossero palloni di vetro?

    Cos’altro ti fa questo chimico?

    Ti risucchio la lingua
    Come aspiro da una pipetta?

    Mi porto addosso il tuo odore la mattina
    Così come riporto la sera l’odore del laboratorio?

    Indosso il tuo accappatoio
    Come fosse il mio camice da laboratorio?

    I chimici-amanti sono forse differenti dagli altri amanti?

    Se mai qualcuna può saperlo,
    Quella sei Tu.
    (Carl Djerassi, “YOU WASH THIS SHIRT LIKE A CHEMIST”, trad. it. FMRubino, 2005)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...