Ecofuffa

I grandi media nazionali italiani sono spesso vittima di una neomalattia che potremmo denominare ecofuffa; si tratta di una infezione dell’anima che trova la sua giustificazione nelle enormi difficoltà di risolvere i problemi della sostenibilità.

Sul numero del Corriere della sera del 26 luglio 2013 a firma Manuela Messina c’è il racconto ripreso dall’articolo originale del progetto di uno studente inglese di architettura tale Chang-Yeob Lee per trasformare la BT Tower, una delle torri più alte di Londra, in un dispositivo chimico per trasformare mediante catalizzatori non ben definiti (nanotubi di carbonio ma anche nanotubi di titania non è chiaro) e vari apparati e l’azione della luce solare la CO2 prodotta dal traffico londinese in metanolo da riusare poi come combustibile per auto.

L’idea non è affatto nuova, solo che chi ci lavora seriamente sa che non esistono al momento nè catalizzatori ottimali, nè procedure assodate per un processo che ha un notevole costo energetico anche perchè per processare le 150 ton di CO2 che si pretendono occorrerebbe flussare nell’impianto oltre dieci milioni di metri cubi di aria, con un costo energetico mica da ridere e la reazione necessita di parecchia energia (si spera solare) e di idrogeno ( o di acqua) per ritrasformare in metanolo l’anidride carbonica. Quale sarebbe l’EROEI di un proceso reale di questo tipo? Comunque è chiaro che uno studente di architettura non è un chimico e un volo pindarico possiamo lasciarglielo.

Ma si sa l’italiano è creativo; così oltre all’ecofuffa inglese il Corriere e l’autrice ci hanno aggiunto un tocco di originalità scrivendo che il processo si attuerà: “con nanotubi di biossido di titanio che consentono di trasformare la CO2 in gas utilizzando acqua e sole“; ma egregia signora Messina qui c’è un problema: lei lo sa che la CO2 è già un gas? e che invece l’alcool metilico è un liquido?

Non sarebbe meglio fare pubblicità ai mezzi pubblici ed alle biciclette? Eppoi anche studiare un po’ di chimica.

(c.dellavolpe)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...